10.02.2023 > 12.05.2023 Eventi /

La democrazia del corpo 2023

10 Febbraio -12 Maggio 2023

Evento organizzato e promosso da:

Centro Nazionale di Produzione della danza Virgilio Sieni


h.

vai al sito


Nel 2023 e a vent’anni dalla nascita di Cango, intendiamo partire ancora da lì, dalla domanda aperta sul come diventare di nuovo e su come partire dagli artisti, ovvero da coloro che ricercano e che costruiscono ponti con la storia: passaggi intesi come spazi di incontro sempre aperti e poeticamente in mutazione, dove il rifarsi alla figura, alla forma musicale, alla gravità, alla filosofia dello spazio, alla sua cura e al modo di ospitare l’altro, crea il gesto iniziatico di incontro e relazione secondo intuizioni e verifiche.

Attraverso la presentazione di performance e residenze di artisti nazionali e internazionali vogliamo indagare come proprio l’incunearsi nei meandri poetici del sentire, dell’emozionarsi, del ricercare, sia lo slancio per l’elaborazione di figure dinamiche che, incontrandosi con l’altro, annunciano il nuovo. Guardiamo a un corpo in ascolto, alla sua luce, alla sua pelle e alla sua capacità di connettersi alle cosmologie sonore e ai mondi che fanno apparire barlumi inediti, esplicitati oggi con la creazione di microcosmi fisici e sensibili. Gli artisti presenti aprono squarci sottili seguendo queste tracce fugaci del divenire e ci invitano a un atto conoscitivo e responsabile per costruire la libertà.

La Democrazia del corpo anche in questa edizione conferma la sua vocazione a officina poetica, instaurando dialoghi tra artisti e pubblico, cittadini e il luogo del teatro. All’interno del programma saranno infatti proposti cicli di incontri sugli spettacoli insieme ai protagonisti.

Pensiamo a un “corpo mondo”, un “teatro città” che ama dialogare, ospitare, perdersi, praticare, condividere. L’unica polis possibile dove la politica dell’ascolto e della conoscenza fluttua verso pensieri costruttivi, a volte sull’orlo dell’abisso, altre volte solidali e in fuga “beatamente terrestre”. Qui i piedi calpestano il suolo con la forza trasfigurante della danza, di tutti coloro che amano danzare anche se da fermi: è il corpo in sé che articolandosi si apre all’energia possibile dello spostamento e del cambiamento.

Virgilio Sieni

Torna in alto
Torna su